Vino bianco pugliese. Che aroma!

In Puglia nel cosi detto “Tacco dello Stivale” ci si trova nella patria dei vini bianchi e rossi che sono di notevole fattura e che vengono esportati in tutto il mondo. E’ proprio in questo di terra dominata da mare, pianura e campi dalla tipica vegetazione della Macchia Mediterranea che il territorio incontra l’amore e la tradizione enogastronomica che è ricca come in pochi altri luoghi e fa crescere fantastiche uve da dove poi vengono prodotti i migliori vini pugliesi.

Anche se la regione è famosa più per i vini rossi che per i bianchi questi sono una parte importante della produzione e dell’enologia regionale. Il mondo dei vini bianchi è dominato dal Locorotondo e dal vino di Martina Franca entrambi esportati al nord Italia dove venivano utilizzati per la produzione del famosissimo vermouth.

La Falanghina è un vino dal colore giallo dorato con venature minerali e sensazioni di frutta bianca e dal sapore all’insegna della freschezza e da una acidità piacevolissima.

Viene prodotto nella zona di Gioia del Colle da un terreno pietroso e calcareo su un terreno collinare generalmente a spalliera la sua resa di produzione è di 100- 110 quintali per ettaro.

Si vinifica con la macerazione delle bucce a temperatura controllata dopo aver inoculato i lieviti selezionati nel mosto decantato con fermentazione in serbatoi di acciaio inox dove riposa per circa tre mesi mentre in bottiglia per altri due mesi.

La commercializzazione dalla metà di settembre può avvenire a febbraio. Un altro vino poco conosciuto pugliese è la Malvasia bianca un vino del territorio della Murgia in contrada Barenaggio a Gioia del Colle che si produce su un terreno calcareo argilloso dei rilievi collinari in spalliere dal profumo fine e delicato decisamente fruttato con note di albicocca e frutti tropicali dal sapore fresco che racconta la mineralità dei terreni pietrosi della Murgia.

Nella pre Murgia con un suolo tufaceo da Castel del Monte fino alle coste di Barletta e Trani si produce il Castel del Monte e il Moscato di Trani che è un vino Dop un vino da dessert e rappresenta una delle eccellenza della Puglia. Il Fiano invece deriva dal vitigno Fiano Minutolo.

Ha una gradazione di 12,5 gradi si produce a Mottola in provincia di Taranto, una località marinara, ha una colore giallo paglierino, ha un sapore fresco delicato e morbido, si abbina ad antipasti a base di pesce carne e formaggi.

Navigazione articoli