La Russia: il Paese delle particolarità

La Russia è un Paese dalle mille sfaccettature che molti cittadini italiani vorrebbero visitare. Ricca di storia, di cultura, d’arte si tratta di una terra che ospita uno dei popoli più aperti del mondo. I russi, difatti, hanno una mentalità particolare e sono benevoli verso i turisti stranieri. Partire alla scoperta dello Stato Russo e delle sue attrattive può essere un ottimo modo per sfaldare i luoghi comuni più diffusi sui russi. Prima, però, si consiglia di frequentare qualche corso di russo a Milano, per poter parlare o capire il russo a un livello basilare. Un corso di russo, difatti, permetterebbe di rendere una vacanza turistica in Russia più semplice, poiché spesso gli stessi russi non masticano un minimo d’inglese.

Cosa vedere in Russia?

A partire da Mosca, senza dimenticarsi della Leningrado (oggi San Pietroburgo), viaggiando sulla Transiberiana (la ferrovia più lunga del mondo), senza dimenticarsi dei paesaggi naturali mozzafiato, la scelta su cosa vedere in Russia è sicuramente molto ardua. A Mosca, la capitale, si consiglia di visitare il Cremlino, un’enorme piazza rossa. Si tratta di una piccola fortezza, una cittadina fortificata, che si estende per diverse centinaia di metri sulla parte più antica di tutta la capitale russa. Qui si trova il mausoleo di Lenin, oltre ad altri luoghi dall’alta importanza storica e artistica. Subito vicini si trovano i giardini di Alessandro, realizzati in onore dell’imperatore Alessandro I. Questi giardini, bellissimi da vedere, sono realizzati sul letto del fiume Neglinnaia. Al suo interno spicca il monumento del milite ignoto, una meta costante per i festeggiamenti del 9 maggio (La Festa della Vittoria). Tutti gli amanti delle costruzioni religiose avrebbero molto pane per i loro denti. Vicino a Mosca, difatti, si trova il Monastero della Trinità, un edificio alquanto suggestivo, immerso in una profonda atmosfera spirituale. Si consiglia caldamente di entrare nel Monastero per scoprirne i decorati interni. A Mosca c’è anche una fiera d’artigianato famosa in tutto il mondo, oltre alla Collina dei passeri (Collina di Lenin), la parte più alta della capitale. Qui si trova l’Università Statale della Russia.

Stalingrado

Mosca, però, non è la sola città artistica dell’intera Russia. Spostandosi a sud è possibile incontrare la città di Stalingrado, riconosciuta anche come la città-eroe. Qui sorge la collina Mamaev Kurgan, su cui è piazzata una gigantesca statua alta più di 50 metri, il cui scopo è quello di ricordare la gloriosa vittoria delle truppe sovietiche su quelle naziste proprio lì, a Stalingrado. Una battaglia che cambiò il destino del mondo. Il nome della statua, La Madre Patria Chiama, è rappresentativo di ciò. A Stalingrado, oggi Volgograd, non mancano numerosi musei relativi al periodo della Seconda Guerra Mondiale, come in tutta la Russia. I musei, del resto, sono un’importante parte di tutto ciò che la Russia ha da offrire. Oltre al museo relativo alla Seconda Guerra Mondiale, a distanza di anni molto sentina in Russia, vi è anche il Museo della Cosmonautica. Perché l’Unione Sovietica era il primo Stato a essere andato nello spazio e la Russia lo ricorda.

San Pietroburgo: città d’arte

Se vi è una città russa che può essere paragonata a Firenze, quella è sicuramente San Pietroburgo. Dotata di un immenso giardino e di una villa utilizzata in qualità di residenza invernale dell’imperatore, San Pietroburgo ha molto da offrire anche su un piano prettamente turistico. Le passeggiate lungo il fiume sono molto romantiche e il Cavaliere di Bronzo ha un fascino particolare. Quest’ultimo, dedicato all’imperatore Pietro I (o Pietro il Grande), è una vera e propria perla d’arte.

Navigazione articoli