I cosmetici non bastano

Se vuoi prevenire e contrastare al meglio cuscinetti e “buccia d’arancia”, devi puntare sulla tavola, gli stili di vita e il movimento.
Contro un nemico così, una strategia basata su una sola arma non basta: la cellulite va attaccata su più fronti. Quali? Semplice: tutti gli aspetti della vita quotidiana. Dalla tavola all’attività fisica, dalle ore di sonno ai vizi (fumo, alcol ecc.), dal modo di vestirsi a quello in cui ci si lava al mattino.
Vediamoli nel dettaglio:

a) Se la causa è genetica
Il gentil sesso ha un maggior numero di cellule adipose che trattengono le sostanze grasse con un’efficacia di due volte superiore di quanto non facciano per rilasciarle. Non solo: c’è un altro elemento, tutto femminile, da considerare: la produzione di ormoni (estrogeni e progestinici), messi sotto pressione durante l’ovulazione e la gravidanza: è colpa degli estrogeni se cosce, fianchi e glutei si ritrovano coperti di tessuto adiposo che, non essendo più in grado di fornire energia al nostro organismo, trattiene i liquidi e impedisce il processo che permette la trasformazione delle cellule di grasso in energia. Le donne, infine, sono più sottoposte a un cattivo ritorno del sangue venoso e a una scarsa circolazione linfatica.

b) Se è colpa di stili di vita sbagliati
Alimentazione scorretta e ipercalorica, sedentarietà, stress, perfino gli abiti e l’ambiente in cui si vive: sono tantissimi e tutti diversi gli elementi che concorrono allo scatenarsi della cellulite.

La guerra contro i cuscinetti e la “buccia d’arancia” non può prescindere da uno stile di vita alimentare corretto. Anzi, la tavola è forse il settore che può dare i migliori risultati. Partiamo da un presupposto di base: è indispensabile tenere sotto controllo le calorie e i grassi animali. In che modo? Con alcuni piccoli, ma preziosi accorgimenti:
1) L’arma più efficace contro la cellulite è assumere tanti liquidi. Bisognerebbe bere almeno 1,5 l di acqua al giorno (in estate anche di più), ma se vi risulta difficile, aiutatevi con minestre e zuppe fredde, tisane senza zucchero e tè verde (che tra l’altro ha anche acclarate proprietà antiossidanti). Via libera anche alla frutta, in particolare quella più ricca di acqua: anguria, uva, ananas ecc. Sì alla verdura cruda e alle fibre vegetali.
2) Massima attenzione ai condimenti. Niente burro o altri grassi animali (lo strutto, per esempio). Semaforo verde all’olio, ma solo se extravergine d’oliva e rigorosamente a crudo. Non superare un cucchiaino di sale (pari a 5 g) al giorno. E se siete abituate a pietanze saporite, ricorrete pure senza problemi alle spezie: rosmarino, origano e soprattutto peperoncino (che favorisce la circolazione).
3) Non rinunciate agli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio. L’importante è mangiare nel modo più corretto: sì a frutta, yogurt magro, succhi e spremute senza zucchero, no a snack, merendine, cracker salati e simili. Detto questo, non dimenticate mai che l’alleato più temibile della cellulite è il sale in tutte le sue forme. Quindi, oltre a quello che normalmente aggiungete alle pietanze, dovrete tenere sotto stretto controllo anche quello “nascosto” negli alimenti: i salumi, i formaggi stagionati, ma anche legumi come le lenticchie.
Ci sono, invece, altre verdure che hanno virtù straordinarie contro la cellulite. Quali? La cipolla, per esempio. Abituatevi a farne un ingrediente quotidiano della vostra cucina, meglio ancora se cruda: è un ottimo aiuto per la circolazione, stimola la diuresi. E ha pochissime calorie.
Per lo stesso motivo, scegliete con molta cura l’acqua minerale: controllate sempre sull’etichetta che la quantità di sodio sia compresa tra i 20 e i 40 mg di sodio per litro, e che il calcio non superi i 330-380 mg per litro.
Non basta. Ci sono altri protagonisti dell’alimentazione quotidiana che vanno considerati nemici giurati di chi lotta contro la cellulite: sono i conservanti, perché aumentano nell’organismo la quantità di tossine da espellere. La soluzione? Eliminate dalla tavola i cibi in scatola, che oltre a contenere tanto sodio, sono pieni di conservanti. E dimenticate per sempre i dadi da cucina, un pericoloso mix di sodio, conservanti e grassi.
Rimettere in moto il sistema cardiocircolatorio. Restituire ossigeno a muscoli e tessuti. Sono i vostri principali imperativi, se avete bisogno di contrastare la cellulite. Attenzione, però: specialmente se non fate attività fisica da molto tempo, non sottoponetevi a un superallenamento dall’oggi al domani. Praticare uno sport è di sicuro la soluzione più adatta, ma la vera chiave del successo contro cuscinetti e “buccia d’arancia” è la costanza: frequentate una palestra tre volte la settimana, ma fate attenzione che la sessione di esercizi non superi i 30-40 minuti al massimo ogni volta. Non siete tipi da palestra? Potete benissimo dare una mano al vostro organismo con qualche esercizio da fare in casa.

Fonte: https://sosanticellulitecrema.com/

Navigazione articoli